artist
writer

Arnaldo Gamba

Architetto e industrial designer per gran parte della sua attività, ha progettato oggetti di arredamento per importanti marchi italiani e stranieri, ma non ha mai abbandonato la pittura e la scultura, fin dai tempi del liceo artistico. Come artista ritorna allo scoperto nei primi anni duemila, con le opere della Roncato Gallery, vendute da questa prevalentemente in Italia, Francia, Grecia, Stati Uniti e Russia.


La materia vivente

La "matericità" nelle sue opere, data da una pasta cromatica cementizia di forte spessore, è la caratteristica costitutiva dominante.

Essa evoca i materiali geologici astrali e planetari nei suoi diversi stati allotropici: dalla primordiale liquidità della lava incandescente alla solidificazione rocciosa, fino alla purezza dei minerali metallici che, levigati e spazzolati, assurgono a emblemi di compiutezza formale che emergono luminosi dall’amalgama incontrollato dell’entropia dell’universo.

Dello spazio-tempo cosmico, della dimensione sovra-umana, della teatralità del creato, l’artista cattura il senso del momento emblematico tra gli infiniti momenti, dove i "lati oscuri" fanno da legame tra bellezza e tristezza.